Prenotazione:

Storia di Rocca al Mare

Nel 1863 il borgomastro di Tallinn, Artur Girard de Soucanton, acquistò dal padrone della tenuta Haabersti un grande terreno sugli scogliin riva al Baltico. Qui costruì la sua residenza estiva, cui diede il nome Rocca al mare. Così con il tempo la tenuta diede il nome a tutta la località.

Intorno alla tenuta fu allestito un parco. Nel parco c’era una stradina, che era fiancheggiata dalle lapidi provenienti dalle rovine del monastero di Santa Caterina di Tallinn, la più vecchia delle quali risaliva al 1330.

Di solito gli abitanti si trasferivano nella tenuta all’ inizio di giugno. La vita in tenuta era oziosa e ordinata. Le passeggiate lungo la costa, le serate musicali, la caccia e ovviamente il ricevimento degli ospiti costituivano la parte più importante del soggiorno estivo nella tenuta. I padroni della tenuta, durante i ricevimenti, cercavano di impressionare gli ospiti con l’ ammobiliamento della casa, con la semplicità del parco ben curato, con la cucina raffinata e ciò che colpiva erano sicuramente le maniere cortesi della servitù.

Rocca al Mare combina meravigliosamente la suggestiva natura, le vecchie tradizioni e le tendenze moderne!